Marostica

Vita e impegno della Comunità di Marostica

20180107_174313

Fiaccolata per la pace

A Marostica dalla Fiaccolata ora nascono azioni concrete per la pace

Si è svolta il 7 gennaio scorso a Marostica, nell’alto vicentino, la 3° edizione della fiaccolata per la pace. Un’iniziativa nata dopo i tragici fatti del Bataclan di Parigi nel 2015, e che raccoglie la volontà di tanti cittadini e associazioni a costruire la pace, partendo da ciascuno, con piccoli gesti quotidiani con perseveranza e consapevolezza.Tra i momenti più significativi prima e durante, il video di una bambina siriana che nonostante la cecità canta la speranza per la sua terra assieme ad altri bambini. La testimonianza di alcuni giovani operatori del Sermig, la preghiera finale a più voci a cui ha partecipato anche la comunità islamica locale. E’ stato un momento di luce e speranza per la nostra città.

Nonostante i tanti inconvenienti nella preparazione, i nostri limiti e le nostre poche forze, alla fine grazie all’impegno all’aiuto reciproco e alla collaborazione la manifestazione ha visto partecipi e toccate molte persone.

Ecco qualche impressione: “ Quest’anno ero indecisa se venire…per fortuna poi mi sono decisa. Siete riusciti a creare un bel clima tra le persone. Respiravo serenità. Bello quello che avete preparato in sala, ogni momento curato. Bella l’idea dello scambio delle fiaccole e sapere che i lumini della pace potevano essere accesi grazie al contributo di tutti e non solo dei primi davanti. Grazie, una nuova luce si è accesa nel mio animo un po’ in ombra: speranza.

“…ho tanta gratitudine in cuore per ciascuno: beati gli operatori di pace. La pace costruita insieme è una Fiammella che non si spegne più. Grazie.”

 

20180107_172318

20180107_172523 20180107_174658

 

 

cluce

I frutti dello spettacolo di Chiara Luce a Marostica del 12 novembre

Conosco la storia di Chiara Luce da tempo, ma lo spettacolo di questa sera mi ha fatto comprendere la sua storia come gen, giovane di una nuova generazione e il suo rapporto con Chiara Lubich. È stato donato il suo segreto, il suo amore per Gesù in particolare nel suo Abbandono. E’ stata per me un’emozione particolare, Chiara Luce ha parlato forte a tutta la nostra comunità di Marostica andando dritta al cuore. Alcune persone mi hanno fermato per dirmi che è stato tanto forte, profondo, che ha toccato dentro. Qualcuno ha rivisto dei momenti difficili della sua vita e non è riuscito a trattenere la commozione. Per un’altra persona è stato sentire che Chiara Luce ha illuminato la sua vita in questo momento così buio e doloroso.
Anche il parroco  era molto molto contento della serata e ha detto che la figura di Chiara Luce merita di essere approfondita con qualche lettura o altro. Sicuramente è stata una luce che ha lasciato il segno.
Sento di ringraziare tutti per questo momento così bello e luminoso.
Antonella

 

1 (600x800)

Fiaccolata “Uniti per la Pace” – Marostica 3.1.2016

il 3 gennaio si è svolta la fiaccolata “Uniti per la Pace” promossa dalle comunità parrocchiali di Marostica per testimoniare l’impegno a vincere l’indifferenza e conquistare la pace.
L’invito è stato accolto con entusiasmo da tanti che vi hanno partecipato, almeno 250 persone. Il Comune di Marostica ha dato il patrocinio e diverse associazioni, movimenti e gruppi locali hanno collaborato per la buona riuscita. Nella costruzione di questa iniziativa sono state coinvolte alcune comunità religiose presenti a Marostica: la comunità ortodossa ucraina, la comunità ortodossa rumena e le comunità islamiche.

La fiaccolata ha avuto inizio dal centro parrocchiale di S. Maria con la proiezione di alcune immagini sull’indifferenza che sempre più invade il nostro quotidiano, ma con la lettura del messaggio “la pace comincia da me” abbiamo cercato di dare una risposta concreta perche “l’indifferenza uccide la pace”.

Sul palco Nicolle ed Hassan hanno presentato l’iniziativa e testimoniato il loro impegno nel farsi costruttori di pace ed hanno rivolto a tutti la domanda: “ e tutti noi come ci impegniamo per la Pace?” E con questa domanda hanno augurato che la fiaccolata sia “un momento di riflessione e di testimonianza. Perché se siamo qui è perché crediamo che la Pace sia possibile”.

Piano, piano si sono accese le fiaccole ed ci si è avviati nel breve, ma intenso percorso, da Campo Marzio al Castello Inferiore, passando tra le bancarelle del centro. Nel cortile del castello si è formato un grande cerchio per pregare insieme per la pace, dando voce ai rappresentanti delle varie comunità religiose presenti.

La comunità rumena ha fatto una preghiera nella propria lingua ed un’invocazione per la pace.

14 preghiera comunità rumena (800x533)

Un giovane ragazzo ucraino con accanto la sua comunità ha chiesto la pace per questo paese in guerra. La comunità islamica ha condannato la violenza e il terrorismo, ha sottolineato la volontà e l’impegno al rispetto reciproco, all’integrazione e apertura al dialogo.

13 Preghiera comunita islamica (800x450)

Ed infine la preghiera cristiana cattolica a più voci ha chiesto a Dio la pace nella nostra società, nelle nostre famiglie, nei paesi in guerra, dove c’è ingiustizia.

16 preghiera cattolica (800x533)

Per mantenere vivo in noi l’impegno di essere portatori di pace, mentre andava la canzone del Gen Rosso “Semina la pace“, i rappresentanti delle comunità religiose hanno seminato simbolicamente dei semi di girasole in una cassetta di terra. Poi si è distribuito anche ai presenti un segno: dei semi di girasole ed un messaggio di pace per ricordare, che occorre cominciare da noi e seminare la pace perchè così “un mondo nuovo nascerà“.

Qualche impressione raccolta: “è stato davvero bello… uniti per la pace”; “veramente significativo e partecipato. Un bellissimo segno di fraternità… grazie a tutti”; “i messaggi e le preghiere sono state toccanti e profonde”; una mamma musulmana “siamo proprio fratelli!”; “grazie a tutti… Se è riuscita così bene è perché abbiamo lavorato insieme”; “Nel cortile del castello inferiore diminuivano le distanze fra credenti di religioni diverse, si percepiva chiaramente un senso di rispetto reciproco e la sensazione che ciascuno di noi era parte di un Tutto. Una luce più forte si accendeva nei nostri cuori nell’invocare la pace da Dio Padre misericordioso”.

11 nel cortile formiamo un cerchio (800x600)

 

____________________________________________________________________________

La comunità di Marostica èMarostica nata nel 2009 e siamo circa una quarantina tra adulti, famiglie, giovani e ragazzi. Si estende sul territorio dei comuni di Marostica, Molvena, Mason Vicentino, Schiavon, Nove, Cartigliano e arriva fino all’altopiano di Asiago.

È Molto legata alla vicina comunità di Bassano per aver condiviso insieme numerose iniziative.  Nello stesso tempo ha una propria identità.

Qualche anno fa ha proposto “famiglie in dialogo” un percorso per rafforzare i rapporti nella famiglia e tra famiglie, aperto alla città.

Dal 2014 un bel gruppo di noi opera a servizio di una parrocchia della città, per portare lo spirito di comunione e unità fra  i diversi gruppi parrocchiali. In particolare attraverso una serie di iniziative con il fine di ravvivare e testimoniare la fede.